Psicologa Psicoterapeuta Parma | 340.2407591
  • Home
  • Approfondimenti
  • RESISTERE AGLI URTI: come trasformare le nostre ferite in risorse e opportunità

RESISTERE AGLI URTI: come trasformare le nostre ferite in risorse e opportunità

"Il mondo spezza tutti e poi molti sono forti nei punti spezzati" (Hemingway)

Dalle difficolta' che ripetutamente incontriamo e dalle frustrazioni che riceviamo possiamo stare sempre al tappeto oppure RIALZARCI per riprendere a combattere le avversita' sino a superarle. In altre parole, possiamo scegliere se permettere alle nostre lacrime di trasformarsi in perle oppure se lasciare che ci sommergano.

Cosa ostacola queata capacità? In quali trappole possiamo cadere?

Cercare di raggiungere obiettivi vaghi o troppo grandi: ci porterebbe alla sensazione di non raggiungere la meta, con conseguente delusione e depressione .

Apriremmo una porta alla nostra disfatta.

Pensare di aver trovato la soluzione definitiva, una volta per tutte : non sapremmo fronteggiare gli imprevisti e neppure correggere il tiro di fronte ad una difficoltà che non era stata calcolata.

Rimandare, delegare, rinunciare: se io rimando il confronto sul campo di battaglia fino a quando mi sentirò pronto, non mi metto alla prova, non misuro le mie abilità, non mi addestro alla tensione e allo stress. Piu' rimando il momento della prova e piu' la sfida sembrerà piu minacciosa ai miei occhi portandomi a rinunciare .

Quali strategie possibili?

  • Defininiamo il problema in termini chiari e concreti: spesso non ci riusciamo e restiamo a guardare orizzonti di utopia e ideali immaginari ma piu' li pensiamo, piu' ci allontaniamo da dimensioni reali e concrete.
  • Come peggiorare: potremmo chiederci "se volessi far peggiorare ulteriormente la situazione invece di migliorarla, come potrei fare?" E in tal modo la nostra mente, identificando tutti i modi possibili per fallire, troverà spontaneamente i modi per riuscire ad avere successo.
  • Quale scenario oltre il problema: immaginiamo di avere risolto il problema e di avere gia' raggiunto l'obiettivo. Allarghiamo il nostro orizzonte che era rimasto ristretto nei confini del problema e spontaneamente emergeranno indicazioni operative su come ottenere i risultati sperati.
  • Prescriviamoci la fragilità: se neghiamo i nostri punti deboli e vogliamo arrivare a eliminare ogni imperfezione, diventiamo piu' vulnerabili .Piu' li combattiamo e piu' essi diventeranno forti.Piu' li accettiamo e più possiamo trasformarli in opportunità.
  • Inseriamo piccoli disordini per mantenere il nostro ordine: se inseriamo un piccolo disordine, un piccolo errore nella nostra attività ci vacciniamo contro la paura di sbagliare e di non riuscire a tenere tutto sotto controllo
  • Inseriamo piccole sfide quotidiane: teniamoci allenati, poniamoci piccoli e concreti obiettivi da raggiungere, facciamo un passo in avanti in qualsiasi direzione decidiamo di andare.
  • Cerchiamo il bello: la ricerca del bello, nei gesti, nelle cose, in attività piacevoli, ci aiuta a non dimenticare il positivo anche di fronte alle difficolta'.

E cosi', anche quando la vita non ci risparmiasse dolori e sofferenze, ci troverebbe capaci di non scordare il bello, nonostante tutto.

Dottoressa Pierangela Bonardi
Psicologa Psicoterapeuta - Parma - Reggio Emilia

Ambiti di intervento

  • Infanzia e adolescenza
  • Management nelle organizzazioni
  • Problemi di gestione delle emozioni
  • Le avversità della vita
  • Problemi di coppia
  • Attacchi di panico
  • Disturbo post-traumatico da stress
  • Ansia generalizzata
  • Fobie nelle varie forme
  • Disturbi sessuali
  • Disturbi ossessivo-compulsivi
  • Disturbi alimentari
  • Depressione nelle varie forme
  • Dipendenze

Presente su

Dottoressa Pierangela Bonardi Parma - Reggio Emilia

declino responsabilità | privacy | cookies | codice deontologico

Dott.ssa Dott.ssa Pierangela Bonardi
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna 0907 dal 08/06/1993
Laureata in Pedagogia e Psicologia, Specializzazione in Apprendimento

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dottoressa Pierangela Bonardi
© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it