Psicologa Psicoterapeuta Parma | 340.2407591
Disturbi alimentari parma

Disturbi alimentari - Parma

Il rapporto con il cibo diventa un problema quando:

Più divieto e più desidero: le mie sensazioni si mettono in contrasto con la mia volontà. Piu' tento di controllarmi e piu' perdo il controllo: lo sforzo di una dieta restrittiva fa si' che il successo che ottengo sia solo apparente.....vivo un'altalena tra il successo a breve termine e l'insuccesso nel tempo ed oscillo di continuo tra abbuffate e restrizioni , proprio come il gioco cinese dello "jo-jo".

La stima di me stesso è legata al successo o al fallimento nella gestione del mio regime alimentare: quando ho successo mi sento carico e forte anche verso il mondo, quando invece fallisco mi sento perdente e incapace su tutti i fronti.

Mangio per compensare delusioni o per sedare dolori: mi metto intorno tanto di quel grasso da non correre piu' il rischio di piacere e di andare incontro ad altri insuccessi.. il problema del cibo mi protegge da altri problemi, quindi, paradossalmente , è utile! . In altre parole: meglio bulimica che incapace di dare affetto e di relazionarmi con gli altri.

Non riesco a controllarmi e mi lascio andare: il piacere del cibo per me è irrinunciabile e mi compensa e sostiene di fronte a tutte le difficoltà o frustrazioni della mia vita. dato che per me è impossibile " stare a dieta" rinuncio ad essere bella e magra e mi dedico al piacere della tavola , da" triste magra" divento " gaia cicciottella", proprio come le figure rappresentate dal pittore Botero.

Per evitare le tentazioni rinuncio alle sensazioni: se cedo nei confonti del piacere del mangiare crollo su tutta la linea .. .essere magra vuol dire essere piu' considerata e desiderata...ma l'astinenza dal piacere del cibo puo' portare ad una astinenza da tutti i tipi di piacere talmente ben riuscita e ripetuta nel tempo da diventare una compulsione che non si puo' più controllare e che puo' farmi entrare nella prigione dell'anoressia.

Leggi le pillole di saggezza

Dottoressa Pierangela Bonardi
Psicologa Psicoterapeuta - Parma - Reggio Emilia

Ambiti di intervento

  • Infanzia e adolescenza
  • Management nelle organizzazioni
  • Problemi di gestione delle emozioni
  • Le avversità della vita
  • Problemi di coppia
  • Attacchi di panico
  • Disturbo post-traumatico da stress
  • Ansia generalizzata
  • Fobie nelle varie forme
  • Disturbi sessuali
  • Disturbi ossessivo-compulsivi
  • Disturbi alimentari
  • Depressione nelle varie forme
  • Dipendenze

Presente su

Dottoressa Pierangela Bonardi Parma - Reggio Emilia

declino responsabilità | privacy | cookies | codice deontologico

Dott.ssa Dott.ssa Pierangela Bonardi
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna 0907 dal 08/06/1993
Iscritta all'Albo Psicoterapeuti Emilia Romagna (03/03/1995)
Laureata in Pedagogia e Psicologia, Specialista in Psicoterapia Breve Strategica
Consulente del Tribunale di Reggio Emilia

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dottoressa Pierangela Bonardi
© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it